Liquidazione del TFR in busta paga (QUIR)

Luglio 10, 2018

Termine fruizione al 30/06/2018

Come noto, la Legge n. 190/2014 (L. di Stabilità 2015) ha introdotto in via sperimentale, per il periodo dal 1° Marzo 2015 al 30 Giugno 2018, la possibilità per i lavoratori dipendenti del settore privato, con un’anzianità di servizio di almeno 6 mesi presso lo stesso datore di lavoro, anche in caso di pregressa opzione per la destinazione del trattamento di fine rapporto ai fondi di previdenza complementare, di richiedere, irrevocabilmente fino al 30/06/2018, al proprio datore di lavoro la liquidazione diretta mensile della quota maturanda di TFR, al netto del contributo a carico lavoratore dello 0,5% (di cui all’art. 3, ultimo comma L. n. 297/1982).

Vi informiamo pertanto che, con il cedolino di competenza del mese di giugno 2018, termina la possibilità per i dipendenti di continuare a percepire la quota mensile di TFR maturando direttamente in busta paga.

Di conseguenza, in assenza di specifica normativa di proroga, non sarà in alcun modo possibile proseguire a liquidare mensilmente la citata quota di TFR.

Ricordiamo pertanto che dal periodo di paga del mese di luglio 2018 il datore di lavoro ritornerà a operare in linea con le scelte effettuate dai lavoratori interessati prima della liquidazione diretta mensile, ovvero:

  • con l’accantonamento in azienda (per le aziende tenute al versamento al Fondo di Tesoreria INPS si dovrà riprendere il medesimo versamento a tale Fondo),

oppure

  • con il versamento ai fondi della previdenza complementare.

Come di consueto, lo Studio è a disposizione per qualsiasi chiarimento.

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.