Ferie arretrate e obbligo di fruizione

novembre 26, 2018

L’art. 10 del D.Lgs. n. 66 dell’8.4.2003, recependo la direttiva U.E. in materia, ha introdotto il diritto per ciascun lavoratore ad almeno 4 settimane di ferie, salvo condizioni di miglior favore previste dal CCNL, non sostituibili da indennità per mancata fruizione del periodo feriale.

A seguito dell’entrata in vigore del decreto correttivo in materia di orario di lavoro n° 213 del 19.7.2004, da un lato è stato confermato il diritto del lavoratore a fruire di almeno 4 settimane di ferie nel corso dell’anno, e dall’altro è stato stabilito che il godimento delle stesse, salvo quanto previsto dalla contrattazione collettiva o da quella aziendale, avvenga:

  • per almeno 2 settimane, consecutive in caso di richiesta del lavoratore, nell’anno di maturazione;
  • per le restanti 2 settimane, nei 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione;

Di conseguenza, dall’anno successivo all’assunzione, dovranno comunque essere fruite annualmente 4 settimane di ferie.

Ai sensi dell’art. 18-bis, c. 3, D.Lgs. 66/03 in conseguenza della violazione del termine è previsto che:

  • la sanzione amministrativa per la mancata osservanza del predetto obbligo va da 100,00 a 600,00 euro, per ogni lavoratore e per ciascun periodo cui si riferisce la violazione;
  • se la violazione si riferisce a più di 5 lavoratori ovvero si è verificata per almeno 2 anni, la sanzione amministrativa va da 400 a 1.500 euro;
  • se la violazione si riferisce a più di 10 lavoratori ovvero si è verificata per almeno 4 anni, la sanzione amministrativa va da 800 a 4.500 euro e non è ammesso il pagamento della sanzione in misura ridotta.

In merito alle conseguenze contributive in caso di violazione del termine di 18 mesi riteniamo precisarVi che:

  • stante l’obbligo di fruizione delle ferie, rammentiamo che con Messaggio n. 118 dell’8.10.2003 l’INPS ha confermato la permanenza dell’obbligo contributivo entro il 18° mese successivo (o diverso termine previsto dalla contrattazione collettiva o individuale) al termine dell’anno di maturazione delle ferie non usufruite, anche per la parte di queste che non vengono indennizzate per espresso divieto di legge;
  • nel mese di Luglio 2019 (salvo diverso termine previsto dal CCNL) pertanto dovrebbe essere assoggettata a contribuzione la retribuzione figurativa corrispondente ai giorni di ferie maturati e non goduti relativi all’anno 2017, attraverso il versamento effettuato tramite modello F24, entro il 16 Agosto 2019;

al fine di evitare un duplice problema, ossia:

  • evitare la trattenuta al dipendente nel prospetto paga di Luglio della contribuzione a suo carico, senza erogazione del relativo valore economico e senza fruizione dei giorni di ferie;
  • evitare la necessaria regolarizzazione contributiva, nei mesi successivi, ogni qualvolta il lavoratore dovesse usufruire delle ferie arretrate.

Al riguardo Vi suggeriamo:

  • innanzitutto, di verificare la situazione delle ferie arretrate in relazione a quanto previsto dal CCNL applicato dalla Vostra Società;
  • in caso di giorni di ferie residui relativi al 2017 o al diverso periodo previsto alla contrattazione collettiva, di predisporre una comunicazione ai Vostri dipendenti per invitarli a fruirne nel periodo estivo, in particolare entro il 30.6.2019.

In alternativa, gli eventuali giorni di ferie maturati relativamente al periodo scaduto, non fruiti e/o non liquidati (per la parte eccedente le quattro settimane), saranno soggetti all’obbligo contributivo.

In aggiunta, Vi rammentiamo di verificare quanto previsto dal CCNL da Voi applicato circa le ore di permesso maturate e non fruite e il conseguente assoggettamento contributivo (Vi ricordiamo ad es. che il CCNL Dipendenti Aziende del Terziario prevede la scadenza al 30.6 dei permessi maturati ed ex festività nell’anno precedente).

Come di consueto, lo Studio Amarelli & Partners è disponibile per qualsiasi necessità di supporto e/o approfondimento.

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *